Share

Il tilt-shift è una tecnica fotografica che permette, con l’uso di ottiche decentrabili utilizzate per correzioni prospettiche, di effettuare scatti concentrando la messa a fuoco solo su alcune parti dell’inquadratura.
In questo modo si ottengono delle fotografie che sembrano le macro di modellini in miniatura. Si tratta di una tecnica che può essere riprodotta anche con l’uso di programmi di fotoritocco come Photoshop o Gimp, dando un effetto miniatura alle persone e alle cose ritratte nella foto.
La chiave è diminuire la profondità di campo e aumentare la saturazione, dando un particolare effetto di profondità e modifica della prospettiva.
Stavolta mi sono divertita anche io a mettere in pratica qualche tutorial di post-produzione utilizzando l’effetto tilt-shift. Si tratta di utilizzare la funzione di blur. In pratica si cerca di mettere a fuoco la parte centrale applicando l’effetto blur attorno alla parte a fuoco.
Per questo “gioco” ho utilizzato alcune foto scattate durante il viaggio negli Stati Uniti.
Spero che vi piacciano :)

CLICCA SULLA FOTO

NEWYORK
NEWYORK

This post is tagged , , , , , ,

Leave a Reply

Categories