Una delle cose più belle che si possono fare nella vita sono i viaggi.

E partire per un viaggio senza sapere cosa ti aspetta è un’emozione ancora più forte.
Così, cercando sempre di non spendere un patrimonio, ho organizzato in pochi minuti questo viaggio per un lungo weekend di ponte per il primo maggio del 2009. L’unico punto fisso del programma era andare in Germania, quindi a scegliere non sarei stata io, ma solo l’offerta migliore.

Quindi tra Berlino, Colonia, Monaco… certo non pensavo di trovare un volo molto loooooow-cost per Frankfurt Am Main, cioè Francoforte sul Meno.

Quindi acquistato il volo e l’immancabile LonelyPlanet…. si parte.

Questa fu l’origine… di questo post. E lo dedico al Meno, perchè il lungo fiume di Francoforte è stata la sorpresa più bella di questa città. Curatissimo, pulito, vissuto, sempre pieno di gente a qualsiasi ora del giorno, principalmente comitive di giovani, famiglie con bambini, turisti,… ci sono tornata ogni giorno della mia breve permanenza :-)

Sfogliate il post ascoltando questo pezzo poco conosciuto de I Nomadi, di cui riporto alcune parole:

[...

Il fiume riporta quello che trova

quel che riceve, rigetta e rinnova

se l'acqua fosse acqua

che voglia di bere

...]

[...

Tra alti pioppi

il vento domanda

ma può morire un fiume?

...]

Share


This post is tagged , , , , ,

Leave a Reply

Categories