Alcuni scatti da una splendida giornata di qualche anno fa, passeggiando tra il lungomare ed i vicoli di Napoli.



VICO NAPULITANO
E’ sarracena ’sta strada ‘nfosa,
‘na fila ‘e vascie, nu vico chiuso,
so’ gocce ‘e chianto sti panne spase,
na stanza pare ch’è nu pertuso.

Fenesta vascia cu’ na Maria,
ca me faceva sunna’ l’ammore,
t’hanno ‘nzerrata cu’ na buscia
d”o terramoto ch’è senza core.

Chesta canzone, canzone amara,
porta ‘int”e nnote cchiu’ ‘e nu dulore
quanno se perde na cosa cara
se po’ asci’ pazzo, ce sta’ chi more.

Na mana sfila ‘int”a sacca onesta
na vocca strilla ‘nfaccia ‘e prumesse
e’ sulo ‘arraggia chella che resta
quanno nu popolo e’ cuoppo allesse.

‘O vico ajere nun era santo
si l’attuccava te deve ‘a mano
ce steve ‘a risa, ce steve ‘o chianto,
era nu vico napulitano.


Post da sfogliare ascoltando QUESTA

Share


This post is tagged ,

One Response

Leave a Reply

Categories